Una selezione di designer e artigiani italiani di nicchia. ACQUISTA ONLINE

Magazine RSS



Friulane forever

Hanno nomi diversi ma le avete subito riconosciute: stiamo parlando di queste deliziose e comodissime scarpine che sono ormai un classico, un evergreen che supera le mode e incontra il favore di tutti, l'accessorio top nel guardaroba di signorine, signore, giovincelli e gentlemen. Le radici delle Furlane, che molti chiamano Friulane e che a Venezia sono le Patusse,  affondano nelle campagne del Veneto e del Friuli Venezia Giulia dove venivano utilizzate durante le feste di paese, nelle ricorrenze e, soprattutto, erano sempre ai piedi delle spose il giorno delle nozze. Ciabattine eleganti e semplici allo stesso tempo, in velluto con suola in gomma, testimoni di una grande tradizione artigianale ma anche precursori del riciclo di materiale: la suola era ricavata dai copertoni delle bici, l’imbottitura era realizzata con...

Continua a leggere



Shocking Schiap

  Se diciamo Rosa, diciamo ELSA SCHIAPARELLI alla quale rendiamo omaggio con l'aiuto della nostra amica NICOLETTA DE MENNA che ne traccia un interessante ritratto... buona lettura in rosa! Non è possibile parlare di rosa senza considerare una delle gamme più accese e più  vibranti di questa tonalità, il rosa Schiaparelli. Questo colore in realtà è una miscela di rosso, verde e blu che porta ad una sfumatura molto intensa prossima al color magenta. La definizione di rosa Schiaparelli compare nel mondo della Moda nel 1937 quando la stilista Elsa Schiaparelli lancia il suo profumo Shocking de Schiaparelli. “Schiap” ( lei amava parlare di sé in terza persona usando questo nomignolo ) voleva che tutto, di questo profumo, fosse memorabile, scioccante: chiede quindi...

Continua a leggere



Carta Bianca

Aprile 2020, Vogue Italia esce con una copertina bianca e Valentina Ciarallo la trasforma in opere d'arte!  Racconta: "Aprile 2020, in pieno lockdown, avvolta da un silenzio nuovo che tutti...

Continua a leggere



Tempo di Pastiera

  Flavia Pantaleo, professional chef, napoletana doc e autrice del libro “ La cucina dei pasticci dei  timballi”,  ci svela la ricetta e i segreti della sua mitica Pastiera, il dolce di Pasqua per eccellenza che non è solo un dolce, ma un vero e proprio mito dell'arte culinaria italiana.  D: Flavia, raccontaci tutto sul rito napoletano della Pastiera.  R: Arriva Pasqua e noi napoletani cominciamo a vivere nell’ansia della preparazione della Pastiera. Sì, perché alla Pastiera si inizia a pensare molte settimane partendo proprio dall'acquisto del grano cotto, ingrediente fondamentale per la preparazione che oggi, per fortuna, si trova anche al supermercato.Quando vivevo all’estero, ogni volta che un parente, un amico o un semplice conoscente arrivava dall'Italia doveva pagare una sorta...

Continua a leggere



Italiano it